16:30 - Tra pochi minuti, il presidente del consiglio Giuseppe Conte sarà in conferenza stampa assieme alla ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina per fornire gli ultimi aggiornamenti relativi al mondo della scuola. Politicanews.it vi fornirà tutte le dichiarazioni in tempo reale.

17:25 - Si fa attendere la conferenza stampa che era stata annunciata per le 16:30.

17:53 - Comincia la conferenza stampa, parola al premier Conte: "Ci siamo predisposti per tornare in piena sicurezza a settembre, ne sono nate delle linee guida condivise che ora la ministra Azzolina illustrerà nel dettaglio. Alla fine ci siamo accordati per questa soluzione perché abbiamo concordato sul fatto che fosse la migliore. La didattica a distanza ci ha permesso di andare avanti con l’insegnamento anche durante il lockdown, ma siamo consapevoli che è stata una situazione di necessità. Abbiamo stanziato delle risorse, ma siamo consapevoli che non eravamo preparati ad affrontare la DAD con massima efficienza. È stato richiesto uno sforzo anche alle famiglie, ma quello di cui nessuno deve dubitare è che la scuola è al centro dell’azione del governo, abbiamo investito e continueremo a investire sempre più. Noi ci ripromettiamo dopo questa emergenza di avere la possibilità di investire. Vogliamo contrastare la povertà educativa, la dispersione scolastica, migliorare la formazione per tutto il personale scolastico. Non tolleriamo più le classi pollaio, vogliamo perfezionare gli istituti professionalizzanti. Siamo molto ambizioni sulla scuola e non abbasseremo mai l’attenzione”.

Parola alla ministra Azzolina: “Sono linee guida che abbiamo condiviso, immediatamente operative. Ci sono le soluzioni e ci sono le risorse per realizzarle. Ci sarà un miliardo in più da stanziare, è veramente tanto se pensiamo che ne abbiamo stanziati 4.6 da gennaio a oggi per la scuola. Mai ne erano stati stanziati così tanti. La scuola è stata sottoposta a tagli che l’hanno portata nella situazione in cui è adesso. È un segnale che il mondo della scuola è al centro dei nostri pensieri, la scuola forma cittadini e cittadine. La scuola l’abbiamo riaperta il 17 giugno per gli esami di stato. Non è stato facile, ci avevano detto che non si potevano fare in presenza e li abbiamo fatti. Ora però dobbiamo riportare tutti a scuola. Lo faremo dall’1 settembre per recuperi e potenziamenti, dal 14 settembre per tutti. A settembre le scuole saranno pulite, igienizzate. Ci sarà il distanziamento di un metri. No assembramenti e ingressi scaglionati. Formeremo personale scolastico tutto e comunicazione per studenti e famiglie. Servono più spazi, il Ministero ha creato un software per sapere quanti metri a disposizione ci sono nelle scuole. A oggi circa 15% studenti vanno portati fuori da edifici scolastici. Abbiamo recuperato circa 3000 edifici scolastici dismessi con dimensionamento negli anni passati. Ci saranno interventi di edilizia scolastica nelle scuole. Ma bisognerà fare scuola anche fuori dalla scuola: in biblioteche, cinema, teatri, parco, ecc. Assumiamo fino a 50.000 persone tra docenti e Ata a tempo determinato in più rispetto al tradizionale organico che non abbiamo tagliato. Su base pensionamenti assumeremo poi a tempo indeterminato personale scolastico. Grazie al taglio al cuneo fiscale da luglio ci sarà un aumento per il personale docenti. Flessibilità orario non significa doppi turni né sdoppiamento classi, non l'abbiamo mai detto. Semmai ci fossero classi pollaio, il governo ne farà battaglia. Andremo a monitorare Regione per Regione per valutare eventuali problemi e arrivare alla riapertura delle scuole a settembre".

La ministra parla poi delle elezioni in autunno: "C'è un confronto in corso, saranno gli enti locali insieme al ministero degli interni a decidere se si potranno utilizzare locali diversi dalla scuola. Io più gli studenti rimangono a scuola più sono contenta".

Su Scampia Conte spiega: "Tutti insieme lavoriamo per una nuoa scuola a Scampia. Non è una sfida della ministra Azzolina o del governo Conte, è una sfida che dobbiamo vincere".

 

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 26 giugno 2020 alle 18:16
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print