L’onorevole Paolo Grimoldi, deputato della Lega, componente della Commissione Esteri della Camera e presidente della delegazione italiana all'Osce, si è espresso sulla vicenda di Hong Kong e della sua indipendenza: "Sopprimendo l'autonomia di Hong Kong il regime comunista cinese non ha solo ha calpestato ancora una volta i concetti di democrazia e libertà ma ha infranto anche tutti i patti internazionali. L'italia deve tenerne conto e non firmare più nulla con chi platealmente riduce a carta straccia i trattati sottoscritti. Domani si terrà la riunione dei ministri degli Esteri UE e mi permetto di far notare al ministro Di Maio che schierare l'Italia dalla parte della tirannia comunista cinese sarebbe una vergogna. Gli italiani amano la libertà, la difendono e la pretendono. Il ministro Di Maio metta da parte i suoi legami con Pechino e le sue simpatie per il regime cinese e faccia quello che gli italiani chiedono. Sia imparziale e si schieri insieme agli Stati civili a favore delle libertà di Hong Kong e smetta di ripetere che si tratta di una questione interna. La Cina è (troppo) vicina per cui quella di Hong Kong è una questione vitale per tutti".

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 29 maggio 2020 alle 13:50
Autore: Roberto Tortora
Vedi letture
Print