“Misurare il valore pubblico generato dal sistema integrato delle politiche del lavoro per sostenere la ripartenza ecologica e digitale delle imprese e promuovere buona occupazione. Se non vi può essere competizione senza competenza, impresa di qualità senza qualità del lavoro, ne segue che costruire buone politiche attive è impegno di interesse generale e non riguarda solo disoccupati o inoccupati. Per questo, utilizzando le possibilità introdotte da tempo nella nostra legislazione, ma ancora non pienamente utilizzate, è possibile, ed anzi doveroso, definire in via preventiva strumenti idonei a misurare il valore pubblico delle strutture e delle attività messe in campo, a monitorarne l’efficacia anche al fine di attivare tempestivamente correttivi necessari per massimizzare i benefici che le risorse investite generano per il territorio, a verificare gli equilibri del contributo profuso e dei payoff per ciascun attore, assicurando una risposta concreta, tempestiva ed efficace alle lavoratrici e ai lavoratori, provati economicamente e psicologicamente dalla crisi. Per avviare una discussione pubblica e promuovere una fattiva collaborazione con il Ministro del Lavoro, Andrea Orlando, impegnato in questi giorni a portare avanti il piano di rafforzamento dei servizi per l’impiego, ho presentato una proposta di risoluzione in Commissione Lavoro sulla misurazione del valore pubblico del sistema integrato per le politiche attive del lavoro che spero possa essere a breve incardinata nel calendario dei relativi lavori.”

Così Antonio Viscomi, capogruppo PD in Commissione Lavoro della Camera.

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 20 aprile 2021 alle 20:00
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print