“È un natale particolare, siamo in pandemia, anche se la curva da quello che sappiamo sta lentamente scendendo. Sarà un Natale di sacrifici, dovremo continuare con delle limitazioni alla nostra mobilità. Proprio nel periodo natalizio dovremo allontanarci da quelle che erano le nostre tradizioni, fare festa tutti insieme. È un sacrificio necessario che ci consentirà di affrontare l’anno nuovo in maggiore sicurezza”. ”. Lo ha detto a Sky TG24 Live In Courmayeur, l’evento di Sky TG24 per portare il dibattito sul territorio ,  il ministro degli Interni Luciana Lamorgese.

Parlando dei controlli effettuati dalle forze di polizia per il rispetto delle regole anti covid, Lamorgese ha spiegato che “i controlli sono necessari da parte delle forze di polizia, dal mese di settembre ad oggi sono stati fatti circa sei milioni di controlli, anche se il 50% sono stati registrati nel mese di ottobre e novembre. però il problema è la nostra responsabilità personale: dobbiamo renderci conto che dobbiamo portare sempre la mascherina, evitare assembramenti. I controlli sono necessari e si faranno, ma occorre un comportamento responsabile da parte di tutti noi. Le forze di polizia che utilizziamo sono un numero elevato, sono circa 70 mila unità che saranno addette a questo tipo di controllo, però lo faranno con grande senso di equilibrio, perché nel momento in cui teniamo aperti i negozi lo facciamo anche per salvaguardare un certo tipo di economia. Allo stesso tempo occorre che i titolari delle attività commerciali pongano in essere delle precauzioni, cercando di conservare regole primarie importanti. I controlli si faranno, però nel momento in cui ci sono le strade piene e i negozi aperti non è che possiamo andare a fare controlli molto incisivi, perché si correrebbero rischi ancora più importanti. Ci vuole grande senso di equilibrio e di responsabilità”.

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 05 dicembre 2020 alle 15:30
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print