“La scuola è uno dei settori maggiormente colpiti dalla pandemia e da un anno ormai gli studenti a causa del Covid pagano un caro prezzo per quanto riguarda l’apprendimento e il benessere psicofisico. Le famiglie sono sempre più in difficoltà economiche e conseguentemente non riescono a garantire un adeguato supporto. I ritardi accumulati, il piano vaccinale da riprogrammare, il tracciamento saltato rendono per molti studenti il ritorno a scuola un miraggio. La dad sicuramente è un servizio utile, ma con molti limiti per chi non ha i mezzi. Una nuova chiusura generalizzata della scuola non ridurrà i contagi e causerà molti problemi. Il Ministro Bianchi ha davanti una sfida epocale in quanto dovrà garantire la didattica in presenza e in sicurezza. E’ tempo di cambiare rotta, senza scaricare le responsabilità sui più fragili. Bisogna fare dei passi in avanti, utilizzando le linee di indirizzo scritte dal 118 sulla prevenzione e gestione dei casi di  Covid  in modo da avere un tracciamento e iniziando a vaccinare i docenti e il personale Ata. Non è più tempo di indugi, la chiusura delle scuole deve essere evitata a tutti i costi”. Lo dichiara in una nota Vincenza Labriola, deputata di Forza Italia

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 01 marzo 2021 alle 20:30
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print