“Bisognerebbe ricordare al portavoce dell’Ambasciata cinese a Roma che in Italia abbiamo anche un altro detto: ‘la lingua batte dove il dente duole’. L’irritazione della Cina per le parole di Pompeo rivelano la consapevolezza di quanta ragione abbia il Segretario di Stato Usa. La Cina non rispetta la libertà religiosa nei confronti dei cristiani e degli uiguri musulmani, i diritti umani a Hong Kong sono stati calpestati e l’espansione dell’influenza cinese attraverso le nuove tecnologie preoccupa non poco l’Europa. Proprio su questi argomenti ho voluto l’ambasciatore di Pechino presso la Ue convocare in audizione nella Commissione del Parlamento europeo sulle interferenze estere, per chiarire le posizioni del suo governo. La Cina non ha l’autorità morale per criticare e per insegnare a Italia e Stati Uniti i valori della libertà e della democrazia”

Così in una nota, l’Europarlamentare della Lega Marco Dreosto in seguito alla nota dell’Ambasciata cinese in Italia in cui il portavoce di Pechino criticava le parole del Segretario di Stato Usa Mike Pompeo in visita in questi giorni in Italia.

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 01 ottobre 2020 alle 20:00
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print