"Quando si parla di condoni e di abusi edilizi bisogna stare attenti a non generalizzare, perché una cosa è la villa abusiva in riva al mare e una cosa é la finestra aperta di 50 centimetri in più rispetto a quella prevista da progetto". Così il Ministro per la Protezione civile e per le Politiche del mare, Nello Musumeci, a margine dell'assemblea Alis. "Si tratta di accelerare le procedure nei comuni italiani, in particolare nel mezzogiorno d'Italia, dove giacciono negli armadi centinaia di migliaia di pratiche di sanatoria" aggiunge e sottolinea che "i comuni non sono in condizione di poter smaltire questa gran mole di lavoro perché hanno uffici tecnici assai sotto dimensionati, perché non c'è più personale e invece potrebbe, se affrontata questa mole di lavoro, consentire intanto di riqualificare il patrimonio abitativo e poi di rimettere in moto la macchina dell'edilizia". "Parliamo di sanatoria per piccoli abusi, non possiamo assolutamente consentire che si possa essere clementi con chi ha sfruttato il territorio e lo ha aggredito in maniera selvaggia", ha concluso.

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 29 novembre 2022 alle 13:50
Autore: Veronica Mandalà / Twitter: @very_mandi
vedi letture
Print