“Renzi e Calenda sono degli sciacalli e su Ischia diffondono fake news per screditare Giuseppe Conte. L’articolo 25 del Decreto Genova prevedeva che le vecchie pratiche di condono venissero discusse entro 6 mesi. Questa norma escludeva l’applicabilità ai territori sottoposti a dissesto idrogeologico o a vincoli di tipo paesaggistico. Nessun condono dunque, ma una procedura di semplificazione per dare risposte ai cittadini dopo oltre 30 anni di assenza da parte dello Stato. Si chiama senso di responsabilità, quello che evidentemente non appartiene agli esponenti di Azione e Italia Viva”, così in una nota Mario Furore, europarlamentare del Movimento 5 Stelle.

“Inoltre, ricordo a Renzi e Calenda che Giuseppe Conte è il Presidente del Consiglio che ha varato il piano ‘Proteggi Italia’. Una misura da 11,5 miliardi di euro per mettere in sicurezza il territorio italiano, per il risanamento ambientale e la difesa del suolo. Lucrano sulle tragedie, attivano la loro macchina del fango anche davanti al dolore di chi in questo disastro ha perso i propri cari. Vergogna”, conclude Furore.

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 28 novembre 2022 alle 23:30
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print