“L’intelligenza artificiale è la nuova frontiera dello sviluppo tecnologico, produttivo e sociale. Se è imprescindibile per gli Stati cogliere la straordinaria occasione che essa rappresenta, è altrettanto doveroso coniugare le esigenze di sicurezza a tutela dei cittadini. L’Italia dovrà adottare le misure più idonee a trasformare in opportunità le possibili distorsioni dell’Ia, con la consapevolezza che l’innovazione dev’essere messa al servizio del Paese”. Lo afferma la Responsabile nazionale Lavoro di Forza Italia, la deputata Chiara Tenerini, che questa mattina ha incontrato l’avvocato Guido Scorza, Componente del Collegio del Garante per la privacy.

“Il regolamento sull’intelligenza artificiale approvato dall’Europa - aggiunge - rappresenta un punto di partenza importante, richiamando le istituzioni alle necessità di giocare un ruolo attivo per evitare che si impongano le mere logiche di mercato. Lo sviluppo dell’Ia è un processo che non può essere auto regolamentato, ma prevede necessariamente il bilanciamento del diritto d’impresa con altri diritti fondamentali, come quello alla tutela dei dati personali. Sarà anche importante promuovere iniziative volte ad informare i cittadini sui meccanismi degli algoritmi e delle relative applicazioni, al fine di diffondere una consapevolezza sempre maggiore. Ringrazio l’avvocato Guida Scorza per il suo lavoro che offre spunti preziosi di su un tema così complesso, che ci interroga anche sulle modalità attraverso le quali adottare le regole che devono governare l’innovazione. È indispensabile che le istituzioni non si facciano cogliere in contropiede, ma siano pronte ad affrontare il progresso tecnologico conservando - conclude Tenerini - la centralità della prospettiva antropocentrica”.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 28 febbraio 2024 alle 09:15
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print