"La vittoria è a portata di mano. Ce la faremo. Porteremo i restanti battaglioni terroristici di Hamas a Rafah, che è l’ultimo bastione, ma ce la faremo”. Lo ha dichiarato il Primo Ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, parlando ai microfoni dell'emittente statunitense Abc News.

“Lo faremo garantendo un passaggio sicuro alla popolazione civile in modo che possa andarsene”, ha precisato Netanyahu, aggiugendo che Israele sta “elaborando un piano dettagliato” sulla destinazione della popolazione palestinese evacuata da Rafah. “Coloro che dicono che in nessun caso dovremmo entrare a Rafah, in pratica dicono: ‘Perdete la guerra, mantenete Hamas lì'”, ha aggiunto. 

Netanyahu ha dato l'ordine ai militari di prepararsi a evacuare circa 1,3 milioni di persone dalla città più meridionale dell'exlcave palestinese. Molti di loro sono già stati sfollati da altre aree dell'enclave e affermano di non avere un posto dove andare. Gli Stati Uniti hanno avvertito che un'operazione del genere senza una pianificazione approfondita sarebbe un disastro, mentre le Nazioni Unite, organizzazioni umanitarie e diversi altri paesi sono preoccupati per l'impatto sui civili. L'Egitto ha messo in guardia contro l'eventualità che un'operazione che spostasse i palestinesi in Egitto potrebbe portare alla rottura dell'accordo di pace tra Il Cairo e Israele.

Sezione: Politica italiana / Data: Dom 11 febbraio 2024 alle 16:15
Autore: Tommaso Di Caprio
vedi letture
Print