Non possiamo accettare che il Governo, che sta per estendere lo stato di emergenza fino al 31 dicembre, con il ministro Speranza lanci allarmismi continui sul Covid e inviti i cittadini al massimo rigore, mentre intanto tra Calabria e Sicilia si fanno sbarcare duemila clandestini in una settimana, con decine e decine di positivi, rischiando un’impennata dei contagi tra forze dell’ordine, operatori sanitari e personale portuale che vengono a contatto con loro.

Se il ministro Speranza avesse un minimo di coerenza chiederebbe immediatamente di chiudere i porti: invece i clandestini con il Covid vanno bene, bisogna farli entrare, mentre ai cittadini italiani viene imposto massimo rigore.

Lo afferma l’on. Paolo Grimoldi, deputato della Lega, segretario della Lega Lombarda Salvini Premier.

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 13 luglio 2020 alle 16:40
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print