“Ieri il violentissimo video di Beppe Grillo, oggi l’intemperanza social della moglie: un’intera famiglia che tenta di influenzare - sfruttando fama e visibilità mediatica - una delicata vicenda giudiziaria, imponendo la propria verità e infangando così una presunta vittima di stupro.

Quanto sta accadendo in questi giorni dovrebbe far riflettere, e molto, gli elettori del Movimento 5 Stelle, strattonati in questi anni con un becero giustizialismo e che oggi assistono al garantismo interessato del comico genovese.

Grillo prova addirittura a spingersi oltre: vuole dare lui la sentenza di assoluzione nei confronti del figlio. Un cortocircuito di coerenza e buon senso che non può essere tollerato.

Ci stupisce in queste ore il silenzio dei vari Conte, Di Maio, Bonafede. Leoni a priori contro gli avversari politici, consenzienti nei confronti delle piroette antidemocratiche del proprio leader”.

Lo afferma in una nota Roberto Occhiuto, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 20 aprile 2021 alle 20:10
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print