“Il non luogo a procedere nei confronti dell’ex ministro Salvini deciso dal gup di Catania è l’esito ragionevole di un procedimento che non andava neppure aperto e che il Senato aveva autorizzato consumando solo una vendetta politica. I presupposti per contestare un reato gravissimo come il sequestro di persona per la vicenda della nave Gregoretti semplicemente non sussistevano. La gestione delle politiche migratorie spetta ai governi e non alla magistratura, e Salvini fece solo il suo dovere. La sentenza di stamani ristabilisce finalmente la verità”.

Lo scrive in una nota la presidente dei senatori di Forza Italia Anna Maria Bernini.

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 14 maggio 2021 alle 14:15
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print