“Domani si riunirà la cabina di regia per nuovi provvedimenti sul fronte Covid. Noi con l’Italia ha affidato ad Andrea Costa, sottosegretario alla Salute e suo rappresentante nel Governo, il suo contributo. Vogliamo sottolineare tre punti. Il primo. Punto di partenza è che gli italiani si stanno dimostrando responsabili, si stanno vaccinando (anche i giovani) e questo è un dato che non può essere confutato dalla ripresa enfatica di molti media delle posizioni di una minoranza no vax. È ingiusto incolpare i cittadini se, seguendo le regole che gli vengono date, stanno tornando a una normalità di vita quotidiana. Gli allarmismi generano solo confusione paura e sfiducia, bisogna continuare a puntare sulla responsabilità delle persone. Precauzione sì, prudenza pure, paura no. Riguardo al green pass, di cui sono già in possesso 38 milioni di italiani, pensiamo che, se usato con intelligenza e modulato alle situazioni, possa essere uno strumento straordinario. Nelle regioni in fascia bianca va previsto solo per situazioni di grande assembramento (cinema, teatri, fiere, eventi, trasporti a lunga percorrenza, non certo bar e ristoranti); questo, oltre a dare sicurezza e tranquillità alle persone, permetterebbe anche di aumentare le capienze di alcune di queste attività economiche. Nelle regioni in fascia gialla o superiore, invece, il green pass permetterebbe di evitare nuove chiusure ad alcune attività economiche (ad esempio i ristoranti al chiuso) che francamente non possiamo più esigere. Infine, per quanto riguarda la minoranza di cittadini che ha ancora paura dei vaccini - a causa di fake news che continuano a circolare irresponsabilmente - sta alla responsabilità della politica e degli opinion leader spiegare con intelligenza, responsabilità e sincerità l’importanza di questo gesto. La gente guarda (anche) a noi e: vacciniamoci, vacciniamoci, vacciniamoci”.  Lo dichiara in una nota il presidente di Noi con l’Italia Maurizio Lupi

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 21 luglio 2021 alle 18:20
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print