“Dopo aver giurato da sottosegretario al ministero della Difesa sento su di me la responsabilità di un incarico che, particolarmente in questo momento storico per la Repubblica, pretende di essere ricoperto con straordinaria dedizione. Ringrazio di cuore il Presidente Silvio Berlusconi per la nuova, altissima attestazione di stima e fiducia nei miei confronti e con lui abbraccio idealmente tutta la famiglia di Forza Italia. Al presidente Mario Draghi, al ministro della Difesa Lorenzo Guerini, al Parlamento e dunque al Paese darò il meglio di me stesso nella consapevolezza che la Patria pretende risposte alle emergenze. Mi saranno da monito e sprone in questa esperienza i due motti di Nave Vespucci che quest’anno festeggia i suoi primi novant’anni: dal “Saldi nella furia dei venti e degli eventi” all’attuale “Non chi comincia ma quel che persevera”. Lo afferma in una nota Giorgio Mulè, sottosegretario al Ministero della Difesa.

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 01 marzo 2021 alle 18:45
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print