“Orlando ha ragione nel dire che ogni scelta, in una coalizione che abbia a cuore i destini del Paese, va ponderata accuratamente sulla base dei fatti e senza pregiudizi. Se si riunisse un tavolo del genere oggi, pur nella situazione complessa in cui siamo, farei notare ad esempio che poiché ieri non si è svolta alcuna asta di Btp a 10 anni, la finanza pubblica italiana non ha perso neanche un euro”. Lo dichiara deputato di Italia Viva Luigi Marattin, presidente della Commissione Finanze della Camera, che spiega “Il lieve movimento dello spread è sul mercato secondario, e quindi per definizione non impatta sui conti pubblici. Quello che purtroppo ha impattato sui conti pubblici, e già per centinaia di milioni di euro, è - sottolinea - non aver preso il Mes sanitario nel maggio 2020. In tutte le aste fatte da quel momento in poi, infatti, abbiamo preso a prestito i soldi spendendo molto di più di quanto avremmo speso col Mes. Se ne vogliamo parlare, siamo qua”, conclude.

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 15 gennaio 2021 alle 23:30
Autore: Redazione PN
Vedi letture
Print