"Solo grazie al mercato delle vacche messo in piedi da Conte poteva accadere che uno come Lello Ciampolillo, convinto di poter curare la Xylella con sapone e onde elettromagnetiche e che addirittura trasferì la sua residenza su un albero infetto pur di non farlo abbattere, si sentisse autorizzato a pensare di poter fare il Ministro dell'Agricoltura. Per lavorare a supporto del mondo agricolo occorrono non solo programmazione ma soprattutto la capacità di assumere decisioni in tempi rapidi, prontezza che di certo non può essere garantita da un soggetto che ha avuto bisogno addirittura del Var al Senato per riuscire a votare. L'Italia e l'Agricoltura meritano di meglio, non certo voltagabbana, complottisti e ritardatari dalle teorie negazioniste".

Lo dichiarano in una nota i senatori della Lega componenti della Commissione Agricoltura Gian Marco Centinaio, Giorgio Maria Bergesio, Gianpaolo Vallardi, Rosellina Sbrana e William De Vecchis

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 20 gennaio 2021 alle 19:45
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print