"La riforma della giustizia per noi rappresenta una priorità; ci stiamo impegnando in maniera forte perché possa procedere di pari passo, insieme a quella dell'autonomia e a quella del premierato, con una attenzione particolare alla separazione delle carriere, tra magistrati inquirenti e giudicanti, ma anche con una grande attenzione alla giustizia civile" perché "ci sono tre milioni di cause giacenti, e questo provoca un danno di circa tre punti del Pil ogni anno". Lo ha sottolineato il ministro degli Esteri, Antonio Tajani, a margine della riunione ministeriale della Nato a Bruxelles.

"Dobbiamo quindi accendere assolutamente un faro sulla situazione della giustizia civile, anche per rispettare gli impegni che sono nel Pnrr e gli impegni che abbiamo preso con l'Unione europea: ma soprattutto per dare risposte ai cittadini, che hanno diritto di vedere difesi i loro interessi, di avere certezza anche su questo fronte", ha concluso il vicepremier. 

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 29 novembre 2023 alle 18:10
Autore: Redazione Centrale
vedi letture
Print