"Dietrofront di maggioranza e governo sulla riduzione dei magistrati fuori ruolo prevista dalla legge Cartabia. Dopo molte settimane di stallo e di rinvii la maggioranza ha deciso di rimandare tutto di due anni. Se ne riparla, forse, nel 2026. Si tratta dell'ennesima retromarcia della destra che si rifiuta di attuare la legge Cartabia sulla riduzione dei magistrati fuori ruolo. La destra in materia di giustizia aizza sempre lo scontro ideologico e sbaglia, ma alla prova dei fatti scappa e non assume decisioni. Noi, a differenza della destra, pensiamo che la funzione del magistrato fuori ruolo sia estremamente utile, ma occorre prevedere un limite per evitare eccessi che possono creare problemi all'autonomia necessaria tra governo e magistratura e scoperture di organico. La decisione di oggi della destra è clamorosa perché sconfessa quanto avevano sempre detto ed è la dimostrazione delle loro divisioni che stanno bloccando di fatto il Paese".

Lo dichiarano il capogruppo in commissione Giustizia alla Camera, Federico Gianassi, e la deputata e responsabile Giustizia del Pd, Debora Serracchiani.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 28 febbraio 2024 alle 01:00
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print