“Il generale Comandante dell’Arma dei Carabinieri in Commissione Antimafia, riprendendo i dati dell’Agenzia Dogane e Monopoli, evidenzia la ‘costante crescita dei circuiti illegali’ del gioco anche in ragione della ‘chiusura dei punti di raccolta delle scommesse’ autorizzate dallo Stato.
Un’altra autorevolissima voce si leva dunque sul grave rischio connesso alla chiusura del gioco legale a favore del gioco illegale e criminale. Lo Stato monopolizza il gioco proprio per controllarne rigorosamente i confini di regolazione, definirne gli introiti per le finanze pubbliche e gli interessi generali, valorizzarne l’impatto su occupazione e sviluppo, contrastarne illegalità e dipendenze. Chi sostiene ideologicamente chiusure indiscriminate e indiscriminati restringimenti del campo del gioco legale favorisce inconsapevolmente la crescita del campo d’azione illegale e criminale.
Lo dichiara il senatore Gianni Pittella, Capogruppo PD in Commissione Finanze.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 12 maggio 2021 alle 19:00
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print