“I colleghi ‘dissidenti’ del M5S stanno sperimentando a loro spese il ‘paradigma Orwell’: 'Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri'. In questo caso, tutti i grillini sono uguali – uno vale uno -, ma alcuni sono più uguali degli altri. Il busillis è comprendere chi sono questi ultimi, visto che il Movimento è privo di vertici e organi decisionali. Al di la’ di come possa finire quella che si preannuncia come l’ennesima puntata della sit-com ‘Casa Cinquestelle’, un dato politico emerge con drammatica preoccupazione. Può il gruppo di maggioranza relativa in Parlamento, che sostiene il governo che dovrà compiere le scelte più decisive e coraggiose della storia repubblicana del nostro Paese, non avere un vertice, una linea chiara e una struttura di partito che lo metta a riparo dalle tempeste ‘ormonali’ di chicchessia? È importante, anche per la tenuta del governo, che il Movimento diventi ‘partito’. Non è più il tempo dei V-day ma del Recovery Plan che presuppone serietà, chiarezza e coerenza. In gioco c’è il futuro dell’Italia”. Così, in una nota, il deputato di Forza Italia, Sestino Giacomoni, membro del coordinamento di presidenza del partito azzurro

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 26 febbraio 2021 alle 13:30
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print