"Il tema della riduzione dei divari di genere e della discriminazione delle donne è presente in tutte le componenti in cui si articola il piano. E' stata inserita nel Pnrr l'indicazione che le gare di appalto possano essere usate per ridurre le discriminazioni".

Lo dice la sottosegretaria all'Economia, Maria Cecilia Guerra, oggi su La Repubblica.

"Faremo dei bandi che diano un punteggio in più alle imprese che garantiscano condizioni di trasparenza della retribuzione e non applichino politiche di discriminazione - spiega. Potremmo anche premiare la presenza di donne nei consigli di amministrazione nelle imprese. E valutare come elemento di condizionalità l'impegno ad aumentare l'occupazione femminile. Certo - prosegue -, questo si può fare solo in certi settori. E a breve si potrà parlare anche di certificazione di genere - aggiunge. In questo modo, gli enti che appaltano i progetti potrebbero chiedere le certificazioni per assegnare un maggiore punteggio nelle gare".

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 04 maggio 2021 alle 10:50
Autore: Simone Gioia
Vedi letture
Print