"Oggi al Cairo abbiamo incontrato le organizzazioni umanitarie che operano a Gaza. La prima tappa della nostra missione che domani ci porterà al valico di Rafah con l'Associazione delle organizzazioni italiane di cooperazione e solidarietà internazionale (Aoi). La situazione va oltre ogni immaginazione. Più di metà degli edifici è stato distrutto, i bombardamenti impediscono la distribuzione di aiuti e l'installazione di apparecchiature mediche. Ci sono persone che non mangiano ormai da decine di giorni, alcuni si alimentano con il mangime per gli animali. Il sistema sanitario, già deficitario, non esiste più, malati e feriti non possono essere più curati. Il personale non è più in grado di raggiungere i pochi centri ancora funzionanti.

Per esempio non funziona più l'unica struttura in grado di fare la radioterapia. Le persone oltre che per i bombardamenti muoiono per questo. La grande maggioranza sono donne o bambini. I bombardamenti impediscono qualsiasi intervento di cura e di assistenza. Tutti ci chiedono solo una cosa: cessate il fuoco". Così sui social Andrea Orlando, deputato del Pd, in missione al Cairo con una delegazione di parlamentari. Per domani è previsto il trasferimento dei rappresentanti delle opposizioni verso il valico di Rafah al confine con la Striscia di Gaza.

Sezione: Politica italiana / Data: Dom 03 marzo 2024 alle 19:45
Autore: Redazione Centrale
vedi letture
Print