"Sulla mobilità elettrica serve una riflessione seria. Il Sole 24 Ore di oggi riporta con minuzia di elementi che due dei più grandi gruppi mondiali dell’automotive come Toyota e Bosch sono quantomeno perplessi sulla eccessiva spinta dei legislatori europei per lo sviluppo dell’auto elettrica. Secondo i loro dati, servono almeno 78mila km di marcia per compensare a zero le emissioni di CO2. Ovviamente, quando l'ideologia e il conformismo sono le cifre del confronto, il governo Conte brilla su tutti, puntando tanto, troppo sull’elettrico. Ad aggravare questa scelta c'è poi la volontà dolosa di rivolgersi ad una tecnologia in gran parte cinese e di distribuire contributi a pioggia, con siti in tilt e figuracce continue, senza alcun beneficio ambientale ed economico. Quindi, mentre il mondo discute con dati sulla transizione energetica, in Italia Conte, Patuanelli e Costa sanno fare soltanto i tifosi del monopattino cinese". 

Così la deputata e responsabile del dipartimento Ambiente della Lega, Vannia Gava.

Sezione: Politica italiana / Data: Dom 24 gennaio 2021 alle 16:00
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print