"Ci sembra incredibile che un'imposta che garantisce maggior gettito venga respinta con questa motivazione. Per questo faremo ricorso contro questa decisione e ci aspettiamo una spiegazione, numeri alla mano, del perché questo sia accaduto". Lo affermano in una dichiarazione congiunta Nicola Fratoianni e Matteo Orfini, primi firmatari dell'emendamento sull'abolizione Imu e dell'imposta sui conti correnti e titoli, e con una tassazione progressiva sui grandi patrimoni, che è stato giudicato inammissibile dalla commissione Bilancio della Camera.
"Intanto rileviamo con un sorriso - proseguono i due parlamentari della sinistra - che tutti coloro che ci hanno accusato in questi giorni di voler mettere le mani nelle tasche degli italiani dovrebbero chiedere scusa: diventa evidente e chiaro che la nostra proposta restituisce molto proprio a lavoratori e ceto medio." "Ad ogni modo qualora questa incredibile decisione fosse confermata - concludono Fratoianni ed Orfini - ripresenteremo l'emendamento in Senato tenendo conto delle eventuali obiezioni."

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 02 dicembre 2020 alle 14:50
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print