Silvio Berlusconi, in un'intervista al Giornale a proposito dell'atteggiamento di responsabilità di Forza Italia, in merito ai provvedimenti del governo, ha affermato: "Su questo argomento non ci possono essere equivoci: nessun voto per salvare il governo, tutti i voti necessari per fare le cose utili al Paese. Per esempio se il Mes, che è indispensabile per dare fondi a un tasso straordinariamente conveniente alla nostra sanità (e mettere così in sicurezza gli italiani), venisse portato in Parlamento, i nostri voti sarebbero certamente a favore, come diciamo da mesi. Altra cosa è un sostegno politico al governo. Ipotesi di un esecutivo di unità nazionale? Anche questo non mi pare possibile e neppure desiderabile. Soluzioni confuse, che vedono al governo forze politiche contraddittorie, non fanno il bene del Paese. Dobbiamo essere uniti nella lotta all'emergenza, ciascuno nei rispettivi ruoli di maggioranza e opposizione. Siamo all'inizio della sessione di bilancio, possiamo lavorare insieme, maggioranza e opposizione, per garantire al Paese le risorse necessarie a superare la doppia crisi: quella sanitaria e quella economica. Risorse e strategie: noi ci siamo, per decisioni comuni. Conte - aggiunge Berlusconi - ha un compito molto difficile e una maggioranza composita e conflittuale da tenere insieme. Forse per questo ha evidenti difficoltà a coinvolgere l'opposizione. Noi abbiamo chiesto un ascolto che non sia solo formale. Non abbiamo bisogno di atti di cortesia, vogliamo collaborare concretamente a far uscire il Paese da una situazione drammatica".

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 28 ottobre 2020 alle 12:30 / Fonte: Ansa
Autore: Roberto Tortora
Vedi letture
Print