“Forza Italia è parte della mia vita. Ora devo onorare la fiducia dei delegati del congresso per affermare la libertà come valore centrale. I drammi che sconvolgono il mondo, oggi, ci chiamano a questo. Così come i tanti, troppi ritardi che ha il nostro Paese. Ancora troppo Stato che frena l'economia. Ancora troppe anomalie sulla giustizia. Ancora troppi dogmi nel dibattito sui valori. Noi dobbiamo snellire e liberare le idee che abbiamo”.

Dichiara Deborah Bergamini, deputato e neo vicesegretaria nazionale di Forza Italia in una intervista al QN. “La scomparsa del Presidente Berlusconi è stata un momento di grande sofferenza per tutti noi. Sapevamo che sarebbe stato difficile, ma eravamo altrettanto consci degli strumenti che lui ci ha lasciato. Uno su tutti: la consapevolezza che la nostra è una meravigliosa storia italiana nata 30 anni fa, e non si può né smontarla né sostituirla”. E sul futuro del partito azzurro in Toscana la Bergamini sottolinea: “Forza Italia è nata come la prima lista civica d'Italia, oggi questa vocazione non solo è presente ma si è rafforzata, lo dimostrano le tante donne e uomini che dal mondo della società civile scelgono di dare una mano al nostro movimento e di candidarsi alle elezioni amministrative. Noi vogliamo vincere – prosegue la deputata azzurra - se fosse mai esistita la teoria che il centrodestra voleva perdere, sicuramente questa teoria non è la mia teoria o di questa Forza Italia. Dobbiamo scegliere le persone giuste per vincere senza pensare all'appartenenza di partito”.

Sezione: Politica italiana / Data: Dom 25 febbraio 2024 alle 11:45
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print