C'è molta attesa per la visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella domani a Codogno: "Credo che il suo gesto sia molto bello. Essere il giorno della Festa della Repubblica nel comune simbolo dell'epidemia, perché da lì partì tutto, credo che sia un messaggio di speranza, di fiducia e di vicinanza di tutto il Paese nei confronti di chi ha sofferto così tanto" ha commentato il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana sulle frequenze di Radio Padania: "L'ho ringraziato. Io sarò presente con lui per fare in modo che questo messaggio possa essere raccolto da tutti e che ci sia la possibilità di ripartire tutti insieme con ritrovato entusiasmo" ha detto Fontana, convinto che la presenza del capo dello Stato "aiuterà a trovare la voglia di lottare, l'entusiasmo e il senso di coesione che deve esserci alla base di ogni rinascita".

"La nostra gente, tranne piccole eccezioni, ha risposto in modo serissimo e consapevole. È merito loro se oggi i numeri legati al contagio si sono ridotti in maniera sostanziale". "Oggi i nostri numeri sono positivi - ha aggiunto Fontana -, non lo dico ad alta voce per scaramanzia e per evitare di dire che abbiamo finito questa battaglia. La battaglia non è conclusa. Bisogna ancor stare attenti, metterci di impegno e rispettare le regole imposte, non correre inutili rischi perché altrimenti tutto quello che abbiamo fatto in questi tre mesi dall'inizio di questa tremenda epidemia possono vanificarsi e non possiamo permettercelo. Ma io confido, perché i lombardi sono gente seria che sa capire".

Sezione: Politica italiana / Data: Dom 31 maggio 2020 alle 11:00
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print