"Proprio mentre l'Europa attraversa uno dei suoi momenti più drammatici e pericolosi, il Giorno del Ricordo ci ammonisce a non tornare indietro, ai giorni dell'odio. Con immutata commozione e convinzione tributiamo onore e rinnoviamo il ricordo della tragedia delle vittime istriane fiumane e dalmate". Lo ha detto Debora Serracchiani, deputata del Pd, che ha partecipato al Giorno del ricordo alla Foiba di Basovizza.

"Le istituzioni siano custodi e garanti di una vicenda storica a lungo reietta e misconosciuta. Di fronte alla solennità della foiba di Basovizza vengano meno interessi, rivendicazioni di parte e inopportune contrapposizioni. I voti espressi da un Parlamento pressoché unanime ribadiscono questa volontà condivisa", ha proseguito la parlamentare.

"Solo in questo modo - ha aggiunto - i drammi del confine orientale potranno diventare un patrimonio nazionale e anche una salda base di pacificazione interna e internazionale, perché le ideologie totalitarie di ogni colore hanno artigliato tutta l'Europa e seminato sangue in tutte le Nazioni".

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 10 febbraio 2024 alle 18:30
Autore: Redazione Centrale
vedi letture
Print