"La tragedia delle foibe, che portò a un esodo forzato istriano e giuliano-dalmata, è un orrore che va ricordato. Tra le migliaia di vittime dei campi di prigionia e le persone legate con il fil di ferro, fatte cadere e lasciate morire nelle gole del Carso, c'erano uomini, donne, anziani e bambini, che avevano come unica colpa quella di essere italiani. Una vera pulizia etnica. Un orrore senza fine, che deve essere ricordato e tramandato. Perché la storia è testimonianza che non può essere nascosta e negata, come è stato per le foibe per troppi anni". Così sui social Elisabetta Alberti Casellati, ministra per le Riforme ed esponente di FI.

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 10 febbraio 2024 alle 18:15
Autore: Redazione Centrale
vedi letture
Print