“Vicinanza e sostegno al Comitato 10 febbraio e all’amministrazione comunale di Assisi che sono stati attaccati dalla locale sezione Anpi per l’intitolazione  dei giardini di Santa Maria degli Angeli a Norma Cossetto. E’ l’ennesimo attacco ingiustificabile alle vittime delle Foibe che contrasta con lo spirito che un’associazione come l’Anpi che dovrebbe difendere i valori legati alla Liberazione e alla Costituzione mentre, invece, non perde occasione per assumere atteggiamenti di negazionismo e giustificazionismo inaccettabili. Nonostante esista una legge nazionale che istituisce la giornata del Ricordo per le vittime delle Foibe e nonostante le parole del Presidente Mattarella che recentemente ha ricordato le terribili sofferenze che gli italiani d’Istria, Dalmazia e Venezia Giulia furono costretti a subire sotto l’occupazione dei comunisti jugoslavi, Anpi assume un atteggiamento vergognoso che disonora quanti hanno combattuto e spesso perso la vita per una Italia libera e democratica. Non capisco perché non si possa essere a favore della Liberazione, conquistata e allo stesso tempo condannare in maniera chiara e netta, un eccidio e una pulizia etnica quale quella delle Foibe”. Così il senatore umbro della Lega Luca Briziarelli.

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 09 ottobre 2020 alle 13:50
Autore: Rosa Doro
Vedi letture
Print