“Forza Italia ha votato a favore del decreto Fiscale con la convinzione che si può e si deve fare di più passando da misure emergenziali, essenziali nel periodo di crisi pandemica, e a interventi strutturali. Partecipiamo ad un governo di unità nazionale che sta tirando fuori il Paese da uno dei periodi più bui della storia, con il compito di avviare l’importante iter del PNRR con le relative riforme. Ma nel corso dell’esame di questo provvedimento, uno sbilanciamento a sinistra e la mancata rappresentanza del centrodestra ha avuto come conseguenza negativa l’approvazione, con nostro voto contrario, di un emendamento sulla non impugnabilità dell’estratto di ruolo, negando il diritto dei cittadini alla difesa tributaria. Tuttavia il nostro impegno a tutela dei lavoratori, delle imprese e delle famiglie è costante e si è concretizzato con la proroga dell’Irap a fine gennaio 2022 e con un impegno preso dal Governo per far slittare nella legge di Bilancio i pagamenti delle scadenze fiscali ben oltre la mini proroga del 9 dicembre. Così come abbiamo chiesto e ottenuto con un emendamento di riaprire i termini per l’accesso alla cassa integrazione da Covid, da cui erano state escluse decine di migliaia di lavoratori per mere difficoltà tecniche. Non potevamo lasciare fuori questi lavoratori, mettendo in difficoltà famiglie, aziende e anche professionisti. Auspico inoltre che si avvii anche la riformulazione sul Patent box, senza il quale si creerebbe una sleale concorrenza con altri Paesi. Il via libera al decreto Fiscale insomma è solo un primo passo che apre la strada a interventi importanti sui quali Forza Italia sta lavorando incessantemente per permettere al nostro Paese di tornare a correre”. Lo dichiara la senatrice di Forza Italia, Roberta Toffanin, vicepresidente della Commissione Finanze.

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 03 dicembre 2021 alle 19:20
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print