“Al momento le risorse stanziate per la riforma fiscale ammontano a poco più di 2 mld all’anno. Nel lavoro delle Commissioni stiamo esaminando varie opzioni per rimpinguare questa cifra, ma c’è un’altra cosa su cui la maggioranza a mio avviso dovrebbe riflettere. Se, magari a seguito di una seria valutazione di impatto, la misura del cash back si interrompesse a giugno, per il 2022 avremmo una dote aggiuntiva una-tantum di 3 mld da utilizzare nell’ambito della riforma fiscale: o per favorire il passaggio ad un nuovo sistema di tassazione per gli autonomi, o per innestare una prima sperimentazione di imposta negativa per i lavoratori a reddito bassissimo. Pensiamoci”

Così il deputato di Italia Viva Luigi Marattin, presidente della Commissione Finanze 

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 05 marzo 2021 alle 21:09
Autore: Redazione PN
Vedi letture
Print