Mentre in Italia alcuni giornalisti invocano la violenza per mettere a tacere l’opposizione di destra e proliferano leggi e commissioni liberticide, negli USA e in UK, 150 intellettuali (veri) in gran parte “democratici”, tra cui Noam Chomsky, J.K. Rowling, Salman Rushdie, Anne Applebaum, Margaret Atwood, Kamel Daoud, sottoscrivono una lettera per denunciare la “dittatura del politicamente corretto” e rivendicare il valore sacro della libertà di pensiero. Appello che, con ogni probabilità, non scalfirà la furia inquisitoria che ha pervaso da anni il pensiero della sinistra italiana.

Sezione: Politica italiana / Data: Dom 12 luglio 2020 alle 12:02
Autore: Politica News Redazione
Vedi letture
Print