Stefano Ceccanti, capogruppo Pd in Commissione Affari Costituzionali, scrive: "Il fatto che il Governo, come pare, chieda una proroga limitata a tre mesi invece che a cinque o a sei rappresenta un primo momento di rasserenamento del quadro perché misure emergenziali sono tanto più giustificabili quanto più sono transitorie. Restano comunque da spiegare, anche preventivamente, in Parlamento le ragioni che conducono a tale scelta e le modalità rispettose del potere legislativo con cui si pensi di gestirla durante tale periodo, con la disponibilità a tenere conto degli orientamenti del Parlamento. A partire da quelli che emergeranno domani sull'intervento del ministro Speranza, in attesa del Presidente Conte. Durante tale periodo, con la disponibilità a tenere conto degli orientamenti del Parlamento. A partire da quelli che emergeranno domani sull’intervento del ministro Speranza, in attesa del Presidente Conte.

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 13 luglio 2020 alle 10:20 / Fonte: Ansa
Autore: Roberto Tortora
Vedi letture
Print