Il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, intervistato dalla Gazzetta del Mezzogiorno: "Non c'è paese al mondo che ha realizzato un pacchetto di aiuti come l'Italia. E la stragrande maggioranza delle risorse sono destinate al Sud e alle aree in ritardo di sviluppo del Nord. Utilizziamole per fare investimenti strategici che spianino la strada al futuro. Un esempio? Il Recovery fund. Il presidente Conte ha già detto che per esempio Taranto è in cima alla lista. Personalmente io sogno un'Ilva senza carbone, un'acciaieria pulita, sarebbe la prima del mondo. È la nostra idea di sempre".

Con riferimento ai rischi legati alle elezioni regionali di settembre, Boccia afferma: "Tutte le istituzioni competenti stanno organizzando l'appuntamento elettorale di settembre con il massimo del rigore possibile, tanta prudenza e rispettando le norme anti Covid. Garantiremo il voto anche agli asintomatici in isolamento. Ci stiamo organizzando per far svolgere tutte le operazioni in sicurezza".
Sulla situazione attuale dell'emergenza coronavirus: "Basta andare in giro per capire che la guardia si è molto abbassata. Comprendo che dopo il lockdown si abbia voglia di vivere, non comprendo gli irresponsabili, stiamo scherzando col fuoco. Il nostro Paese contava mille morti al giorno. È surreale che qualcuno oggi metta in discussione il lockdown. Il lockdown totale ci ha permesso di uscire prima dalla fase più critica. Chi dice il contrario fa un'operazione per certi aspetti disgustosa". In Puglia "Emiliano è stato efficiente e determinato. Ha agito da presidente e da assessore alla protezione civile nello stesso tempo".

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 11 agosto 2020 alle 12:20 / Fonte: Ansa
Autore: Roberto Tortora
Vedi letture
Print