Il deputato di Italia Viva, Michele Anzaldi, scrive su Facebook: "Sui pieni poteri che ha avuto durante il Lockdown, il presidente del Consiglio Conte tarocca la realtà: alla Stampa dice che nessuno più di lui è andato a riferire in Parlamento. Ma chi vuole prendere in giro? Tutti ricordano le decisioni annunciate nelle continue dirette televisive a reti unificate, i discorsi alla nazione che cancellavano addirittura i telegiornali delle 20. Solo dopo le nostre proteste, Conte ha iniziato - prosegue Anzaldi - ad informare il Parlamento, peraltro sempre e solo a cose fatte. Mai nella storia repubblicana le libertà dei cittadini erano state limitate con un semplice atto amministrativo del presidente del Consiglio, un precedente pericoloso che abbiamo più volte denunciato. E ora su Autostrade si rischia il bis: Conte pensa di decidere da solo, sulla spinta del solo Movimento 5 stelle, come impiegare anzi buttare miliardi di euro degli italiani, che finiranno a finanziare le tasche dei Benetton e dei loro avvocati. Il Governo deve pretendere e garantire autostrade sicure e tariffe ragionevoli, non causare risarcimenti miliardari a spese dei cittadini".

Sui pieni poteri che ha avuto durante il Lockdown, il presidente del Consiglio Conte tarocca la realtà: alla Stampa dice...

Pubblicato da Michele Anzaldi su Lunedì 13 luglio 2020
Sezione: Politica italiana / Data: Lun 13 luglio 2020 alle 11:50 / Fonte: Ansa
Autore: Roberto Tortora
Vedi letture
Print