"La Conferenza Nazionale sull'Export ha acceso i riflettori su uno degli elementi trainanti della nostra economia: la capacità dei nostri imprenditori e dei nostri lavoratori di essere flessibili, di innovare, di vincere la sfida della qualità. Da sempre le nostre imprese esportatrici devono fare i conti con alcuni svantaggi competitivi, che il governo è impegnato a ridurre, dalla carenza di infrastrutture al peso della fiscalità e al costo del lavoro elevato. A queste difficoltà negli ultimi anni se ne sono aggiunte altre, legate al contesto internazionale instabile".

Così Andrea Orsini, capogruppo di Forza Italia in commissione Esteri a Montecitorio, intervenendo in Aula durante il question time con il vicepremier e ministro degli Esteri, Antonio Tajani. "Con il suo intervento di oggi, di cui sono assolutamente soddisfatto, lei ha confermato che la politica estera, la politica economica, la politica industriale di un grande paese sono tutt'uno. Che il posizionamento internazionale dell'Italia non è soltanto una questione valoriale, è anche un tema decisivo per la nostra economia", ha proseguito Orsini, nel corso della replica. "I dati positivi hanno due origini: una è la qualità delle imprese e del lavoro italiano, che costituiscono una vera e propria eccellenza nel mondo; l'altro è il impegno instancabile del Governo e Suo personale nel costruire rapporti in aree decisive per il nostro futuro". Ci sono poi altri aspetti importanti, come "il sostegno del Ministero degli Esteri all'export attraverso strumenti di finanza agevolata, e il lavoro compiuto per consentire la presenza delle aziende italiane sulle piattaforme di e-commerce e nella grande distribuzione internazionale. Questo governo – ha concluso - è davvero dalla parte delle imprese e dei produttori".

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 07 dicembre 2023 alle 13:10
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print