“Se l’Italia oggi cresce più della media europea è sicuramente merito del buon andamento dell’export che nei primi 5 mesi del 2021 è aumentato del 24% rispetto allo stesso periodo del 2020. Porta evidentemente frutti l’intuizione del Ministro Di Maio di scommettere sul Patto per Export, l’accordo che ha stanziato ben 5,4 miliardi per mettere le ali al Made in Italy. La strada giusta è quella del sostegno alle nostre imprese, della promozione delle nostre eccellenze in particolare quelle agroalimentari, e della tutela dei nostri marchi. Da sempre l’Italia è sinonimo di qualità e purtroppo invece ogni giorno dobbiamo difendere imprese, lavoro e creatività dalle minacce di falsi, contraffazioni e delocalizzazioni. L’Europa deve ritornare a essere la terra delle opportunità e dei talenti, servono dunque regole nuove e più efficaci nel mercato interno a protezione del tessuto produttivo italiano ed europeo”, così Mario Furore, europarlamentare del Movimento 5 Stelle, in una nota.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 15 settembre 2021 alle 18:20
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print