"È una dura sconfitta che non ci aspettavamo. Avevamo una Lista di candidati straordinaria, la migliore in termini di competenze tecniche che mai sia stata fatta. Li ringrazio, li ho chiamati tutti stamattina. Non è stato sufficiente perché c’è una violentissima polarizzazione che prescinde da ogni altra considerazione". Lo ha dichiarato il leader di Azione, Carlo Calenda, commentando in una conferenza stampa i risultati delle elezioni europee.

“Sono i risultati di Vannacci, Salis, della Francia e della Germania. C’è un’onda forte e potente e azione è nata per contrastarla. Rimarranno macerie se si andrà avanti così. C’è una Battaglia fatta a colpi di slogan violenti, Rinascono espressioni omofobiche e nessuna proposta", ha osservato. 

“Sono sempre disponibile al dialogo ma su quali valori? Ad esempio rispetto all’Ucraina? La mia previsione è che sia maggioranza che opposizione abbandoneranno il sostegno all’Ucraina. Azione non lo farà, non possiamo”, ha aggiunto Calenda in merito all’ipotesi di dialogo con il Pd di Elly Schlein.

“Sarebbe facile fare la ruota di scorta dei populisti o dei sovranisti”, ha osservato. “Non ho sentito nessun leader dell’opposizione, ho chiamato i miei candidati, era doveroso", ha concluso. 

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 10 giugno 2024 alle 16:00
Autore: Tommaso Di Caprio
vedi letture
Print