“Non arretriamo di un millimetro nella nostra campagna elettorale, ma registriamo un clima molto preoccupante contro Forza Italia. In Toscana è accaduta una serie di eventi che abbiamo il dovere di denunciare”. Così Deborah Bergamini, vicesegretaria nazionale di Forza Italia, in una intervista a Il Tempo, evidenzia le contestazioni violente e le intimidazioni contro l'attività in campagna elettorale. “Noi abbiamo la libertà nel dna, ma questo valore viene compromesso a causa di qualcuno che pratica violenza politica”. Sui fatti di Pisa la deputata azzurra spiega: “E’ stato impossibile svolgere un incontro elettorale per l'assedio di alcune decine di intolleranti. Il ministro Bernini ha anche provato ad ascoltare quello che avevano da dire queste persone, ma ne ha ricavato solo slogan e insulti. In costoro c'è solo demagogia violenta, l'impedire agli altri di parlare e di incontrarsi. L'evento non si è più tenuto perché molti dei nostri militanti non sono riusciti a entrare nel luogo in cui era stato organizzato.

Qualche giorno prima, sempre a Pisa, alcuni nostri ragazzi di Studenti per le Libertà sono stati aggrediti e minacciati sempre da militanti pro-Pal all'Università. Un Ateneo – continua la Bergamini - che dovrebbe essere luogo di confronto, diventa un ambito in cui le libertà di espressione vengono represse da chi è più violento, nel silenzio del vertice accademico. Ancora aspettiamo una parola dal Rettore o del Presidente della Regione Giani, su questi e altri fatti preoccupanti che stiamo registrando in questi giorni, Davanti a queste vicende tutti dovrebbero unirsi nella condanna, ma non accade ed emerge la doppia morale del mondo progressista: i diritti e le libertà valgono soltanto per loro, mentre quando si tratta degli altri si sorvola. Noi andiamo avanti rivendicando la nostra libertà. Il partito, a iniziare dal segretario Tajani, si è stretto attorno ai nostri militanti. Anna Maria Bernini tornerà a Pisa venerdì, per incontrare i giovani che un'orda di estremisti le ha impedito di incontrare. Chi censura non vincerà mai”, conclude la Bergamini.

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 20 maggio 2024 alle 09:30
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print