“Il caro bollette è il nemico numero 1 per imprese e famiglie e va contrastato accelerando la transizione ambientale che prevede il solo utilizzo delle fonti rinnovabili. Come dichiarato dal vice presidente della Commissione europea, Frans Timmermans, questi aumenti record per i 4/5 sono imputabili alle dinamiche di mercato del gas e delle fonti fossili, mentre il prezzo delle energie rinnovabili è stabile. Il Movimento 5 Stelle, con il capogruppo alla Camera Davide Crippa, ha presentato delle proposte concrete per proteggere famiglie e imprese dall’impennata del costo dell’energia, sulla scia anche dei provvedimenti presi dal governo spagnolo. Il caro bollette non lascia più alibi sulla strada da intraprendere: la Commissione europea deve vietare ogni tipo di finanziamenti alle fonti fossili, accompagnare l’agricoltura verso il biologico e la sostenibilità e imporre target obbligatori su rinnovabili, efficienza energetica, riduzione dello smog, riciclo e riuso. Se oggi utilizzassimo solo l’energia rinnovabile i cittadini non pagherebbero questi rincari intollerabili”, così Tiziana Beghin, capodelegazione del Movimento 5 Stelle al Parlamento europeo, in un intervento in plenaria.

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 14 settembre 2021 alle 20:10
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print