“La Lega, che da sempre è attenta ai temi del caro energia e della sicurezza del sistema energetico, chiede al Governo di estendere al terzo trimestre le misure a tutela di cittadini, imprese e della ripresa economica. Tutti i provvedimenti varati sino ad oggi per contenere il caro energia e il caro carburanti sono infatti coperti fino al secondo trimestre, dunque fino al 30 giugno. Questo è un grande problema perché il caro energia ha caratteristiche strutturali. Il nostro Governo deve farsi trovare pronto: allargando il nostro mix energetico a tutte le rinnovabili e sfruttando l’occasione del rinnovo delle concessioni di grande derivazione idroelettrica, dando quindi il via a una stagione di grandi investimenti bloccati da 20 anni.
Sul fronte del gas tutte le misure di diversificazione degli approvvigionamenti vanno bene per affrancarsi da quello russo, ma occorre soprattutto ridurre la nostra elevata dipendenza energetica, anche perché Algeria, Mozambico, Angola, Congo e Qatar non sono dei campioni di democrazia ed occorre quindi aumentare la produzione nazionale di gas sfruttando i nostri giacimenti, andando oltre il PiTESAI che ha troppi vincoli. Dobbiamo impegnarci a far rispettare in Europa il principio della neutralità tecnologica. Occorre sostenere tutte le tecnologie che contribuiscono alla decarbonizzazione e continuare a sviluppare oltre al biometano e l'idrogeno, anche i biocarburanti e carburanti sintetici, e le filiere del GNL per i trasporti pesanti. Inoltre, con una visione sul lungo termine, se al 2050 dobbiamo decarbonizzare e ridurre a zero le emissioni di CO2, rispondendo però alla domanda crescente di elettricità, allora non possiamo evitare lo sviluppo del nucleare di ultima generazione, pulito e sicuro.
Chiediamo al Ministro Cingolani di valutare e accogliere le nostre proposte, che riteniamo importanti per la tenuta del sistema economico del nostro Paese in un periodo di profonda crisi ed instabilità internazionale”.


Così nel suo intervento in aula il senatore Paolo Arrigoni, responsabile del dipartimento energia della Lega, a seguito dell’informativa del Ministro Roberto Cingolani.

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 24 maggio 2022 alle 20:20
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print