"L'Europa non si relaziona con i partiti, ma con le nazioni. Il presidente del Consiglio dell'Italia non è il capo di un partito, ma il rappresentate pro tempore del Paese e nessuno può permettersi di non relazionarsi con il rappresentante pro tempore di una delle nazione fondatrici dell'Europa, che si chiami Meloni, Letta, Conte, Renzi o Draghi". A dirlo a Palermo è stato il cofondatore di FdI, Guido Crosetto, a proposito delle parole pronunciate dalla presidente della commissione Ue, Ursula Von der Leyen sull'Italia. "Quel discorso non l'ho capito, penso che lo spiegherà - ha aggiunto -. Io non l'avrei mai fatto perché arrivo da una tradizione cattolica-democratica, strano per una che arriva dalla stessa tradizione".

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 23 settembre 2022 alle 16:00
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print