Mentre Dario Nardella ed Elly Schlein fissano le regole del gioco,  Matteo Renzi osserva con soddisfazione le mosse degli avversari. Al centro dello scontro si trova questa volta la città di Firenze, teatro delle prossime elezioni comunali di maggio. La scelta del PD di imporre la candidatura di Sara Funaro, senza ricorrere alle primarie, ha scatenato malcontento nel partito. Questa mossa, promossa da Nardella e avallata da Schlein, ha creato tensioni e reso più complicata un'eventuale alleanza con Renzi.

Il leader di Italia Viva potrebbe presentare una sua candidata, Stefania Saccardi, sottraendo voti ai democratici grazie alla sua ancora rilevante influenza nel capoluogo toscano. Ma Renzi potrebbe essere tentato anche di accogliere proposte dall'opposizione di centrodestra, rendendo la situazione ancora più complessa per il PD. Infine, tra le alternative c'è anche la possibilità che la minoranza dem si stacchi e presenti una sua candidata. In questa situazione si offrirebbe a Renzi un'alleata naturale che complicherebbe ulteriormente la partita per il Partito Democratico.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 06 dicembre 2023 alle 16:20
Autore: Tommaso Di Caprio
vedi letture
Print