Distanze tra i capigruppo di maggioranza su alcuni aspetti del nuovo dpcm con le misure sul contagio da Covid: la discussione sulla risoluzione da presentare dopo le comunicazioni del ministro Roberto Speranza si è protratta a lungo e alla fine la mediazione dovrebbe essere far firmare la risoluzione di maggioranza dai capigruppo in commissione Salute, non dai presidenti dei gruppi. A quanto si apprende da fonti di maggioranza, i capigruppo dovrebbero incontrare nel pomeriggio il premier Conte e Speranza.

Tra gli aspetti più dibattuti stamattina in una lunga riunione al Senato, secondo fonti parlamentari di maggioranza, ci sarebbe l'ipotesi che restino aperti i ristoranti nei giorni di Natale e del 26 dicembre, proposta dal governo dopo il vertice della scorsa notte. Ma la novità, se combinata al blocco degli spostamenti tra i Comuni in quei giorni, non convince tutti, perché - è la tesi di Italia viva e parte del Pd - rischierebbe di creare discriminazioni fra le città più grandi e i paesini in cui non ci sono ristoranti.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 02 dicembre 2020 alle 13:00
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print