“Sono molto soddisfatta che, come avevo chiesto intervenendo in Aula al Senato sul Pnrr, nel corso dell’esame del decreto Sostegni in commissione, il governo abbia acconsentito a prevedere la presenza dello psicologo a scuola. Si tratta di una questione molto importante visto quanto il benessere emotivo e la socialità degli studenti sono stati compromessi dalla pandemia e dalle sue dirette conseguenze, dal lockdown alla dad, alle altre limitazioni. Nell’ultimo anno, infatti, c’è stata una preoccupante impennata degli episodi di autolesionismo e addirittura dei suicidi di minori il che rende necessario offrire un adeguato sostegno alla popolazione più giovane, proprio a partire dalla scuola, il luogo in cui, in condizioni di normalità, bambini e ragazzi trascorrono gran parte della loro giornata”. Così, in una nota, la presidente della commissione parlamentare per l’Infanzia e l’Adolescenza, Licia Ronzulli.

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 04 maggio 2021 alle 19:40
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print