"Noi rispettiamo i diritti umani di tutte le persone, e ribadisco tutte. Abbiamo introdotto un cambiamento importante: non consentire il rimpatrio verso paesi che prevedono il carcere o, peggio ancora, la pena di morte per motivi legati all'orientamento sessuale o all'identità di genere. Questo vale per tutte le persone: uomini gay, donne lesbiche, transessuali. La valutazione spetta, come in tutti gli altri casi stabiliti dalla Legge (Bossi-Fini), alle Commissioni territoriali per il riconoscimento della protezione internazionale. Oppure in sede di ricorso, al giudice. Mi chiedo quindi se la collega Meloni sia favorevole alla pena di morte per il fatto di essere gay, lesbiche e trans". Così Laura Boldrini, deputata PD, replicando alle affermazioni dell'on. Meloni intervenuta oggi in Aula sul Dl migranti.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 02 dicembre 2020 alle 16:20
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print