"Abbiamo votato un decreto che limita e circoscrive; senza illuderci dobbiamo andare avanti con un continua taratura delle misure che devono essere imposte con quella prudenza che si deve quando alla politica tocca limitare i diritti delle persone. Questo lavoro è stato fatto d’intesa con le regioni. Questa battaglia la stiamo facendo bene e i fatti non si discutono: rispetto ad un anno fa abbiamo 60 mila nuovi operatori sanitari di cui 40 mila tra medici e infermieri; abbiamo impegnato 12 miliardi in più di stanziamenti nel 2020 per il servizio sanitario nazionale. Dobbiamo essere orgogliosi di cio’ che è stato fatto grazie alla responsabilità degli italiani e di tutti noi. Siamo all’ultimo miglio ma sappiamo che saranno i mesi piu difficili. La sfida più urgente è fare presto e bene le vaccinazioni. Prima medici e operatori sanitari, poi gli anziani. E dunque per il Partito democratico dopo devono venire gli insegnanti, gli operatori socio-sanitari educativi e del terzo settore, le persone fragili e gli assistenti familiari. Infine lo scostamento votato oggi consentirà una nuova fase di ristori soprattutto a favore di chi ha avuto gravi perdite in termini di fatturato. Si ristori nel 2021 chi nel 2020 ha avuto di meno. Per tutte queste ragioni il Partito democratico voterà a favore del provvedimento”. Lo ha annunciato in Aula Stefano Lepri della presidenza del gruppo Pd alla Camera

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 21 gennaio 2021 alle 10:15
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print