“Piena soddisfazione per l’approvazione nel Dl Anticipi della riforma del Fondo di garanzia, una misura che favorisce l’accesso al credito delle nostre imprese, erogando garanzie per 250 miliardi al Sistema Italia; in un contesto storico dove il tasso di riferimento imposto dalla Bce è al 4,5% con la stretta creditizia che sta facendo sentire i suoi effetti su liquidità ed investimenti. La riforma che ho seguito direttamente interloquendo con tutte le categorie economiche, finanziarie, sociali e Confidi, risponde prontamente alla scadenza del regime emergenziale dell’Unione Europea sulle garanzie statali. Il nostro lavoro ha semplificato le percentuali di garanzia, raddoppiato l’importo massimo garantito dalla normativa ordinaria a 5 milioni di euro per impresa e mantenuto la copertura all’80% sugli investimenti e le startup. Abbiamo riservato uno spazio importantissimo ai Confidi, aumentando ad 80.000 euro l’importo ridotto a loro riservato e allargato l’operatività del fondo agli enti del terzo settore e riattivato le coperture su singolo finanziamento per le small mid cap, prevedendo un 40% per gli investimenti e un 30% per le liquidità. Una novità assoluta è rappresentata dall’istituzione del Comitato consultivo, che vedrà il mondo imprenditoriale confrontarsi periodicamente con il governo in tema di garanzia pubblica. Ringrazio i relatori e i senatori della Commissione Bilancio per il lavoro svolto ”. 

Lo dichiara il sottosegretario della Lega al ministero delle Imprese e del Made in Italy, Massimo Bitonci, promotore della proposta, alla luce dell’approvazione in aula Senato e in prima lettura del Dl Anticipi.

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 07 dicembre 2023 alle 20:10
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print